Editing completo

Revisioniamo insieme il testo partendo dai macro-problemi narrativi e strutturali; per poi correggere stile e sintassi riga per riga e, infine, dedicarci a ogni singola parola.

Miglioriamo ciò che c’è, eliminiamo quello che non serve, aggiungiamo ciò che manca. Tutto affinché la tua narrazione venga fuori con chiarezza dirompente.

Prendiamo il manoscritto e lo analizziamo sotto ogni punto di vista: trama, struttura, sviluppo, personaggi, ambientazione, scene, stile, voce, sintassi, grammatica, ortografia, rispettando sempre quello che tu vuoi dire.

MI SPIEGHI MEGLIO IN COSA CONSISTE?

Apro il file del tuo romanzo e, riga per riga, controllo se tutto “funziona” in ogni suo aspetto.

Attraverso lo strumento “revisione” inserisco dei commenti a lato del testo: all’inizio i commenti riguarderanno le scelte narrative (quindi potrebbero essere per esempio: “Questo capitolo non funziona per il motivo X” oppure “Sarebbe da aggiungere una scena che racconti meglio questa dinamica” oppure “Il capitolo 5 dovrebbe diventare il capitolo d’apertura per questo motivo” o ancora “Questo personaggio compare nel primo capitolo e poi sparisce per sempre, non va bene, possiamo seguire la strada X oppure la strada Y”); dopo passeremo a controllare stile e sintassi; e, alla fine, ci dedicheremo a grammatica e ortografia. Passeremo dal grande all’infinitamente piccolo – attenzione, quel punto è in corsivo, correggere! Sì, queste cose qui.

L’editing comincia con quello che chiamiamo editing narrativo-strutturale, cioè la revisione che si occupa delle macromodifiche narrative: è il momento in cui decidiamo come dev’essere fatto, a livello di trama, personaggi, arco narrativo, capitoli e scene, il tuo romanzo. Se c’è da modificarne lo sviluppo, l’ambientazione, dei personaggi o altro. Non sempre serve, ma spesso, in maniera più o meno lieve, sì.

L’editing narrativo-strutturale può essere presentato sia come commenti sul testo; sia come un documento a parte in cui indico, in maniera discorsiva ma precisa, i vari problemi e come affrontarli; sia entrambe le soluzioni in uno o due giri di correzione. Poiché i testi sono tutti diversi oltre che unici e il lavoro, per essere efficace, deve essere personalizzato allo specifico manoscritto, scelgo il metodo migliore a seconda di quello che ritengo, per esperienza e competenza, più indicato.

Finito l’editing narrativo-strutturale, si passa al line-editing (o editing stilistico) che riguarda le singole frasi, se sono scorrevoli, se abbondano di aggettivi e avverbi, se sono costruite bene, se sono comprensibili, se tendi a ripetere il modo in cui costruisci le frasi o le informazioni che dai al lettore, se i dialoghi sono realistici, se il tuo sguardo autoriale esce ben fuori, se le parole scelte sono quelle esatte a veicolare il contenuto, se la punteggiatura rispecchia la gerarchia e il ritmo dei periodi.

A seguito del line-editing mi prenderò un giro di bozze solo per dedicarmi alla correzione di bozze e indicarti se ci sono errori ortografici,  dimenticanze, refusi, doppi spazi, caratteri digitati male, virgolette aperte e non chiuse, apostrofi al contrario, eccetera.

Sia nel caso dell’editing narrativo-strutturale che nel caso del line-editing, l’editor non interviene mai direttamente sul testo quindi non cancella lui i capitoli né si mette a scriverne di suo pugno di nuovi, l’editor scrive la sua proposta e poi sarà l’autore, se è d’accordo, a modificare il testo. Questo perché il nome sul libro, un domani, sarà il tuo e il romanzo deve rispecchiare al 100% la tua voce e la tua idea.

L’editing completo comprende più giri di bozze, questo significa che ogni volta che l’autore modifica il manoscritto, lo rimanda all’editor, che lo controlla a sua volta, appunta nuovi suggerimenti, e lo rinvia all’autore, e avanti così.

Ci tengo a sottolineare che l’editing – soprattutto in riferimento alla parte narrativo-strutturale – è un lavoro impegnativo, che può richiedere in alcuni casi una modifica approfondita del testo. Consiglio all’autore di iniziare un servizio di editing solo se è pronto a lavorare sul suo testo, anche con una possibile proposta di riscrittura o di aggiunta di certe scene. Fermo restando che, come dico sempre, sarà l’autore a decidere se accettare o meno le proposte di modifica (e, volendo, potrà non accettare alcun cambiamento strutturale se non lo ritiene adatto alla sua sensibilità autoriale); è bene comunque avere presente che – se lo scrittore dovesse ritenere, invece, che le debolezze indicate e le modifiche suggerite da me siano sensate – potrebbe dover rimettere mano alla storia o ad alcuni capitoli. In questo caso, la modifica del testo sarà prerogativa dello scrittore (in quanto, appunto, autore del testo con il proprio stile), dietro costanti e precisi suggerimenti miei.

L’editor non è un ghostwriter: se è suo dovere dare consigli motivati, chiari e circostanziati, suggerire soluzioni, portare esempi e correggere con attenzione la revisione; la scrittura, anche nella sua declinazione di riscrittura, rimane una competenza dello scrittore.

SNATURERAI IL MIO TESTO? TEMO CHE NON SENTIRÒ PIÙ MIO IL ROMANZO DOPO IL TUO INTERVENTO

Non mi sostituisco a te, scrivendo al posto tuo (non è questo il mio lavoro) né ho intenzione di alterare la tua voce autoriale. Prima di iniziare qualsiasi intervento di editing, ti chiederò di parlarmi del libro e di quali sono i tuoi progetti e le tue aspettative per il manoscritto.

Non sono un’editor, sono la tua editor: lavoro per aiutarti a raccontare la tua visione del mondo con la tua voce. Le tue priorità sono le mie.

Ogni commento di editing è un suggerimento, inserito a lato del testo e sempre segnalato: sarai tu a decidere se approvarlo o meno, in pieno rispetto con la tua sensibilità di autore. Non verrà aggiunta nemmeno una virgola senza che sia tu a farlo.

Allo stesso tempo sono però professionale, chiara e sincera: se trovo che qualcosa non funzioni in un aspetto del tuo manoscritto devo fartelo notare, con trasparenza e decisione. Ti accompagnerò, se vorrai, nel trovare una soluzione alternativa; ed è importante che tu sia pronto a lavorare in modo costante e responsabile sulla tua scrittura, se servisse anche in modo approfondito.

Il genio innato e “buono alla prima” non esiste, per scrivere occorre impegno, lavoro e sacrificio.

QUANTO COSTA?

La cartella editoriale è l’unità di misura in campo editoriale e corrisponde a 1.800 caratteri, spazi inclusi.

[I caratteri sono i segni grafici del testo e comprendono: lettere, numeri, segni di interpunzione e spazi]

Dunque: 1 cartella = 1.800 caratteri, spazi inclusi.

Il prezzo dell’editing è 6,00 euro a cartella editoriale.

Alcuni esempi per chiarire:

  • Il manoscritto è lungo 100 cartelle (ovvero 180.000 caratteri): l’editing costa 600,00 euro.
  • il manoscritto è lungo 150 cartelle (ovvero 270.000 caratteri): l’editing costa 900,00 euro.
  • il manoscritto è lungo 200 cartelle (ovvero 360.000 caratteri): l’editing costa 1.200,00 euro.
  • Il manoscritto è lungo 250 cartelle (ovvero 450.000 caratteri: l’editing costa 1.500,00 euro.
  • il manoscritto è lungo 300 cartelle (ovvero 540.000 caratteri): l’editing costa 1.800,00 euro.

Il pagamento del servizio può essere diviso in rate.

Inoltre applico uno sconto se il testo è lungo dalle 350 cartelle in su o se si tratta di una saga: scrivimi un’e-mail e ti preparerò un preventivo personalizzato senza alcun impegno.

Ricorda che, al momento della fattura, al prezzo del servizio verrà aggiunta la cifra di 2,00 euro per il pagamento della marca da bollo da apporre sulla fattura, obbligatoria per i pagamenti sopra i 77,47 euro.

(Nell’esempio del manoscritto lungo 100 cartelle pagheresti dunque 602,00 euro = 600,00 euro del servizio di editing + 2,00 euro per la marca da bollo).

QUANTI GIRI DI BOZZE COMPRENDE UN EDITING?

Il servizio comprende un massimo di 4 revisioni, chiamate anche “giri di bozze” (un giro di bozze significa: io preparo l’editing, ti invio il testo con i miei commenti, tu lo modifichi seguendo le indicazioni e me lo rimandi).

In questi quattro giri affronteremo editing narrativo-strutturale, line-editing e una finale correzione di bozze. Idealmente si affronta un giro per ogni tipologia di editing + un giro bonus per eventuali necessità.

Nel caso l’autore volesse proseguire oltre i quattro giri di bozze, per ogni revisione aggiuntiva verrà concordata un’ulteriore rata in base al numero di cartelle.

ACCETTI QUALSIASI MANOSCRITTO TI VENGA PROPOSTO?

No, prima di accettare ogni lavoro chiedo che mi venga inviato il testo per poterne prendere visione. Se reputo il testo troppo acerbo e richiedente una riscrittura piuttosto che un lavoro di editing, e a maggior ragione se credo che lo scrittore abbia bisogno di studiare ed esercitarsi ancora molto prima di intervenire anche con una riscrittura, lo dico gentilmente ma chiaramente e non accetto il lavoro.

Lo stesso avviene nel caso un manoscritto sia così ben scritto e strutturato da non richiedere un intervento di editing. In questa circostanza potrei suggerire un servizio di correzione di bozze se dovessi riscontrare ripetuti errori ortografici e refusi nel testo; a volte consiglio solo un’attenta rilettura da parte dello scrittore senza bisogno di rivolgersi al lavoro di un professionista.

Non chiedo di spendere soldi inutilmente.

Mi riservo inoltre di poter rifiutare un lavoro se per qualche motivo ritengo di non essere la persona giusta a lavorarci o se non ho, in quel periodo, tempo per impegnarmi con nuovi autori.

E SE VOLESSI UN EDITING SOLO DI TIPO STILISTICO?

Nessun problema.

Cliccando qui trovi la pagina che concerne l’editing stilistico.

SE TI MANDASSI UN’E-MAIL PER CHIEDERE INFORMAZIONI DEVO POI PAGARTI O ACCETTARE IL TUO PREVENTIVO?

Ovviamente no, scrivimi senza imbarazzi e senza impegno se hai domande o vuoi un preventivo personalizzato. Se non ti andasse bene la mia proposta, me lo dici e amici come prima.

VORREI LAVORARE ALL’EDITING DI UN SINGOLO RACCONTO, NON UN ROMANZO, QUANTO COSTA?

Ti invito ad andare a leggere la pagina apposita, che puoi raggiungere cliccando qui.

Per informazioni, domande o richieste, scrivimi un’e-mail a info@ambrarondinelli.com